Feeling Gloss

L'associazione Culturale Fluo Events è lieta di presentare

"Feeling Gloss"

mostra pittorica di Alessia Cacciapuoti in arte Vertigo.

Galleria Principe di Napoli

10 - 24 Giugno 2017

Alessia Cacciapuoti è lieta di presentare la sua prima mostra pittorica nella splendida cornice della Città di Napoli,  in occasione del "Giugno Giovani" promosso dall'Assessorato ai Giovani del Comune di Napoli. L'artista in questa occasione propone un ciclo di venti opere in cui sarà analizzata la donna intesa come veicolo di relazioni, cercando di cogliere i tratti più passionali, impetuosi e fragili di questo microcosmo dell'anima.

 

Alessia Cacciapuoti in arte Vertigo, nasce a Napoli nel 1982 e qui sceglie di vivere. Sin da bambina si avvicina al mondo dell'arte e in particolar modo della poesia che le fornisce gli strumenti per alimentare la sua immaginazione e la sua curiosità. L'apprendimento è gioco; l'immaginazione, il giardino segreto in cui rifugiarsi ed ispirarsi.

La tela per lei è il supporto su cui affermare pensieri, spesso ribelli, lontani da stereotipi e preconcetti. E il mezzo su cui veicolare tutta la sua passione il suo amore per la vita ma nel contempo anche la sua rabbia nei confronti di una società stagnante, discriminante. Questa carica emotiva riconosciuta e decodificata è stata chiamata dalla stessa artista "schizofrenia dei sentimenti".

La sua prima produzione ci rimanda all' "action painting" in cui Vertigo sente l'urgenza di esprimere, manifestare il suo essere libera attraverso la potenza del colore, senza per forza avere un progetto figurativo.

Le sue opere sono l'espressione costante di uno sguardo volto verso tematiche come l'autenticità delle relazioni umane ed il loro processo evolutivo. Per "Feeling Gloss"il ruolo centrale lo incarna la donna e il suo posto nel mondo contemporaneo. Ogni dipinto viene concepito come un unicum, come unica è ogni persona e il contributo che da al mondo. Nelle venti opere ideate per questa occasione riusciamo a percepire figure non del tutto definite, le quali stanno ad impersonare la sfera femminile in una ricerca estetica costante, dove colore e concetti camminano di pari passo permettendo all'astrattismo delle figure di avere voce.

La scelta dei colori proposta dall'artista lascia intendere che ogni soggetto è sentito, compreso. L'utilizzo di colori acrilici rimandano ad una ricerca materica, in cui i colori prendono corpo impetuosamente donando al fruitore la sensazione di essere travolti da un elemento liquido, lucido.

 

Ed è per questo che noi di FluO siamo lieti di proporre alla città di Napoli questo nostro progetto nato dalla volontà di un artista che rivendica la libertà di poter essere liberi di agire.

Mostra e testi a cura della Dott.ssa Marta Di Meglio